Esiste una correlazione tra borsa e dolori alla spalla?
16917
post-template-default,single,single-post,postid-16917,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Esiste una correlazione tra borsa e dolori alla spalla?

12 Mag Esiste una correlazione tra borsa e dolori alla spalla?

Dolori alla spalla? Ognuno di noi per lavoro, sport e svago, durante la giornata, porta a tracolla borse delle più svariate dimensioni e pesi. Ed ecco che a fine giornata, soprattutto alle donne – a causa delle super borse mood Mary Poppins, ma rigorosamente glamour – il corpo presenta il conto con dolori vari tra collo e schiena.

La risposta al titolo di questo articolo è Sì, esiste una correlazione tra borsa e dolore al trapezio.

Uno studio effettuato nel 2015 all’University of Hertfordshire in Inghilterra ci fornisce importanti dati riguardanti gli effetti sull’attività muscolare del trapezio, degli erettori spinali, della colonna e del muscolo gran dorsale nelle diverse posture con le quali si porta una borsa:

alcune studentesse universitarie che hanno partecipato allo studio hanno camminato su un tapis roulant per 5 minuti alla velocità di 1,1 m/s durante cinque condizioni diverse:

  1. senza nessuna borsa
  2. borsa su una spalla
  3. borsa su entrambe le spalle (zaino)
  4. tracolla omolaterale
  5. tracolla controlaterale

Il peso della borsa rappresentava circa il 10% del peso corporeo.

Tramite elettromiografia sono stati studiati i vari tempi di attivazione dei muscoli erettori spinali, del muscolo trapezio e del muscolo gran dorsale per gli ultimi 30 secondi di prova.

Inoltre sono state esaminate le differenze di attivazione muscolare tra lato destro e lato sinistro nelle diverse condizioni con cui si portava la borsa.

I risultati dello studio hanno mostrato che quando si porta la borsa su una sola spalla, si ha una maggior attivazione muscolare del trapezio sul quale è presente la tracolla della borsa confrontandolo con quello controlaterale senza borsa.

In conclusione possiamo ricavare dallo studio che portare una borsa a tracolla va a stressare in maniera importante il muscolo trapezio, causando dolenzia riflessa su spalla e collo e conseguenti altre problematiche.

Portare la borsa invece su entrambe le spalle, (zaino), è la condizione migliore per ridurre l’attività muscolare spinale che può, a sua volta, ridurre episodi di mal di schiena e dolori al collo.

Certo, qualcuna non trova lo zaino nel suo stile, ma indossare regolarmente una borsa in spalla o a tracolla, per lunghi periodi di tempo, porta ad una postura scorretta, in quanto il corpo cerca di compensare il peso extra pendendo maggiormente dal lato opposto.

I risultati sono anzitutto una serie di sintomiche magari nell’immediato neppure si riconducono a tale causa; parliamo di mal di schiena, mal di spalle, collo rigido, mal di testa ed emicranie in primis.

Questi sintomi sono solo una spia d’allarme che il corpo lancia per avvertire che non si trova  a proprio agio, che non c’è il giusto equilibrio e la meccanica dei movimenti si sta danneggiando; pertanto si va in tensione e così i muscoli e in alcuni casi  i nervi iniziano a reagire con episodi dolorosi.

Il sintomo dunque è un messaggio che se non ascoltato si farà sempre più forte, più frequente, fino a quando, se ignorato, conduce ad una modifica effettiva della postura che poi sarà difficile scardinare e rieducare.

Borse grandi e piccole riempiono i guardaroba delle donne, sono belle, sono utili perché a detta delle più danno la possibilità di portare tante cose con sé, ma bisogna considerare che già le sole borse vuote, per i materiali di cui sono composte, possono essere abbastanza pesanti, specie se con molte cinghie, ornamenti pesanti, materiali imbottiti etc.

A questo si aggiunge l’azione di alcune tracolle che se sottili o a modi catena d’acciao, possono scavare le spalle interferendo con la circolazione e causando formicolii, intorpidimento e debolezza alle breccia e alle mani.

Oltre che danneggiare la postura, tutte quelle borse che pesano più del 10% del peso corporeo, possono causare un equilibrio improprio, tale da interferire con il movimento naturale, iniziando a camminare così in modo sbilenco e aumentando anche il rischio di cadute.

L’impatto sullo scheletro – vi assicuro – è notevole, tralasciando persino l’eventualità che si indossino i tacchi alti.

Un consiglio c’è:

se proprio non riuscite a fare mai a meno della vostra borsa, quantomeno sforzatevi di passarla da una spalla all’altra di frequentee a volte di utilizzare anche il manico, portandola a mano.

Portate il minimo indispensabile con voi perché il peso, se pur proviate a distribuirlo, è sempre negativo per il fisico e la postura.

Ricordate che quando avvertite dolore, vuol dire che state sbagliando qualcosa dei punti critici descritti prima.

Non ignorate mai i segnali del vostro corpo.



Richiedi un incontro conoscitivo, raccontami il tuo problema