Il sistema visivo con gli occhi dell’Osteopata - Mancini Osteopata
5
post-template-default,single,single-post,postid-5,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Il sistema visivo con gli occhi dell’Osteopata

14 Mar Il sistema visivo con gli occhi dell’Osteopata

Il sistema visivo è strettamente correlato alla postura ed eventuali alterazioni della vista possono avere conseguenze nel sistema tonico-posturale, dando luogo a tensioni della muscolatura oculare e possibili dolori cervicali.

Anche nel vasto mondo dell’oculistica quindi, l’osteopatia può dare il suo solido contributo senza l’utilizzo di farmaci.

Problematiche visive possono incontrare la loro causa profonda nella postura, nella muscolatura cervicale o dorsale.

I muscoli del collo e della faccia ad esempio, coinvolgono anche quelli oculomotori fino a generare problematiche di messa a fuoco o di altro genere.

Anche a causa di una pressione sul nervo ottico emersa per esempio, dopo un’infiammazione sinusale o in seguito a forti tensioni delle meningi, potrebbero essere causa di problematiche visive. Circa 1/3 dei nervi cranici è destinato alla regolamentazione della vista.

La tendenza del corpo a ripristinare l’equilibrio e l’orizzontalità della vista può causare molte complicazioni a livello postulare e non solo:

la più riscontrata è l’emicrania.

Attraverso una palpazione molto delicata da parte dell’operatore che applica l’osteopatia biodinamica si va ad agire sulle strutture vertebrali, sulle ossa craniche e sulle fasce oculari, eliminando i blocchi così da ripristinare la corretta postura.